lunedì 25 gennaio 2016

Sorprendente! Non esiste un cervello unico dentro l’Essere Umano ma ben tre.



La mente Umana è complessa. Possiamo dire che il cervello viene studiato da anni, ma nella modalità 3D. Così, vediamo la mente Umana come un rapido scambio sinaptico funzionale alla sopravvivenza. Il cervello ci dona la sopravvivenza, ci dona l’intuito e l’acume mentale, e tutte le funzioni coordinate del corpo, tutto quanto. Si può dire che regga il timone della vita. Tutto quello che abbiamo studiato, indicava che il cervello è al comando, è il centro della coscienza e di tutto ciò che è Umano. Ma il concetto sorprendente che vedete qui è che non esiste un cervello unico dentro dell’Essere Umano ma sì tre.

Un viaggio metaforico
"Conosciamo bene un computer e le sue operazioni per noi oggi sono cose normali. Immaginiamo di avere un viaggiatore del passato di cent’anni fa che, avvicinandosi al computer, rimane stupito da ciò che vede. Diciamo che non potete comunicare con lui ma solo mostrargli il computer. Così, pur senza spiegazioni, senza aiuto e senza che voi possiate parlargli, egli vede e percepisce la magia di ciò che il computer può fare. Sa leggere sullo schermo e può interfacciarsi tentando di capire cos’è il mouse e come funziona. Inizia a premere dei tasti e vede delle cose incredibili! “Questa scatola fa cose che nessuno, a casa sua, potrebbe credere! Il futuro è sorprendente!” E si meraviglia dell’immensità di tutto questo. Scopre Google, ma non ha idea del concetto. Ha il mondo sulla punta delle dita, tutto in una scatola. È esaltante pensare a questo potere d’informazione e di azione. Non c’è niente che il computer non sappia! Nella scatola ci sono tutte le lingue del mondo. Ogni informazione che voglia conoscere, su qualsiasi cosa, è nella scatola! Tutto! Poi, scopre che è anche uno strumento di comunicazione!
Si può inviare un messaggio a chiunque, in ogni parte del mondo! Questo è sorprendente oltre ogni immaginazione!
Alla fine, egli esce da questa esperienza con una percezione concreta di ciò che ha visto con i propri occhi!
Nel tornare alla sua macchina del tempo, non vede l’ora di raccontare alla sua generazione di cent’anni fa quello che ha visto, della tecnologia e di una scatola che fa tutto e comunica con tutti. È come se tutte le biblioteche del mondo fossero tutte insieme in una scatolina: tutte le lingue, tutte le enciclopedie possibili e qualunque domanda che si possa formulare. Si sa di tutti i dettagli di ogni individuo conosciuto nel corso della storia e tutto questo in un’unica scatola, ed è a disposizione di ogni Essere Umano. Ciò che l’uomo antico ha percepito senza alcuna spiegazione può essere concreto e logico, però ha una lacuna.

La connessione nascosta
Voi sapete, però, che c’è di più, no? Sapete che la “scatola” è connessa a Internet. Se scollegate il computer dalla rete, sarà soltanto uno strumento di elaborazione dati. Semplicemente elabora. Oh, magari potete scrivere una lettera, magari creare un foglio elettronico, ma non potete chiedergli nulla, perché non è connesso!

Ciò che quella persona del passato non capiva, né poteva anche solo concepire, era il World Wide Web – (WWW). Non vedeva il piccolo cavo inserito nella base del computer che gli dava la magica capacità di sapere tutto. Anche se avesse visto il cavo, per quel che ne sapeva, non avrebbe avuto alcun significato. Per lui era la scatola a fare tutto. Lo aveva visto lui stesso!
Ora, torniamo al cervello. In questi anni, tutto ciò che avevate da esaminare, come Umani, è quello che credete essere il meraviglioso, magico cervello. Voi non sapete della connessione del cervello a un’Internet multidimensionale, che è dentro il corpo. Come potreste saperlo?

l cervello umano
Il vostro cervello è un meraviglioso computer chimico e sinaptico. Lasciatemi specificare meglio: la sinapsi di cui parliamo è il processo attivo di segnali elettromagnetici che scorrono lungo le vie della matrice neurale (vie e gangli nervosi strutturati), all’interno del cervello. Ciò avviene da un punto di giunzione all’altro alla velocità della luce. Questo controlla la vostra sopravvivenza, il vostro corpo e i vostri pensieri nella terza dimensione (3D).

Il pensiero espanso, per come lo conoscete voi, è collegato al cervello. Avete guardato il cervello e avete detto: «Questa è l’area creativa. È responsabile della musica, dell’arte, della poesia, della scultura e dell’intelletto.» Voi dite questo perché non avete mai visto il cavo, vero?

E qui c’è la grande sorpresa!
Il cervello non ha niente a che vedere con la creazione di quelle cose. Piuttosto, le agevola! Le agevola, ma non ne è responsabile. Così come la scatola della metafora è la stazione di controllo della rete, il vostro cervello è la stazione di controllo di molto, molto di più. Queste cose sembrano provenire dalla scatola che è il vostro cervello. Ma non è così.
Molto di ciò che ritenete creativo e/o spirituale, comprese le canalizzazioni, provengono dalla connessione tra la pineale con la parte della vostra coscienza che chiamate Sé Superiore che, a sua volta è connesso alla Fonte Creatrice. Questo comprende la vostra parte intuitiva che sta crescendo con la vostra evoluzione spirituale. Potete chiamare come vi pare, ma la creatività, le invenzioni e le scoperte provengono dalla connessione tra la Fonte Creativa e il cervello. È lì e qualcuno la usa bene. Altri no. Si spalanca solo per libera scelta e quelli che creano cose incredibili sono semplicemente connessi alla rete, alla pineale. Tuttavia, voi lo vedete come se avvenisse nel cervello, vero?
Il cavo invisibile che non riuscite a vedere, lo strato che non riconoscete dentro il cervello, è la connessione con l’esterno che molti di voi stanno iniziando a riconoscere e a percepire. Il cervello agevola queste caratteristiche, ma non le crea. L’intuito non viene dal cervello, ma il cervello lo facilita e, poi, lo manifesta in quello che chiamate pensiero. Potete vederlo nei grafici della termografia, insieme a tutte le cose che, secondo voi, sono le sinapsi che avvengono nel cervello, quando invece il cervello sta semplicemente elaborando ciò che riceve da un’altra parte.

Se scollegate il cavo dalla rete, tutto ciò che il cervello potrà fare per voi è continuare a farvi respirare e darvi il pensiero di base per sopravvivere. Potrete fuggire dalla tigre del Bengala così che non vi sbrani. Potrete coltivare il cibo, avere figli e imparare come guidare l’auto, ma non comporrà musica e non creerà una scultura. Non pensa spontaneamente a Dio! Non analizza se stesso. Ma, quando è collegato, fa tutte queste cose.

Le Tre Parti
Qui c’è più di ciò che pensate da essere considerato
In questa energia tridimensionale, voi vedete solo un organo che ritenete responsabile di tutto ciò che fate ma, in realtà, ce ne sono tre parti nel cervello dell’Essere Umano ma voi ne conoscete solo due. Il secondo cervello dell’Essere Umano, che è elaborato dalla parte sinaptica (la scatola del cervello), è la pineale. È responsabile del pensiero creativo, dell’intuizione e della consapevolezza intellettuale. Nell’umanità sta iniziando a crescere l’intuizione, e proviene da quello che è l’Innato nel corpo. Sta diventando più intelligente e fornisce al vostro cervello più cose da elaborare a una frequenza e con una forza maggiore man mano che vi evolvete. Sta iniziando anche a darvi informazioni akashiche (ricordi di vite passate). Si può dire che l’Internet della vostra pineale sta diventando più veloce e il vostro cervello l’elabora. Voi percepite che state intuitivamente diventando più consapevoli delle cose.
Il ponte tra la coscienza Umana e il corpo intelligente, l’Innato, sta iniziando a maturare e a crescere. State uscendo dalla modalità di pura sopravvivenza, e molti stanno cominciando a risvegliarsi a una verità più grande. Nell’Essere Umano tutto questo viene accentuato al punto che gli Umani penseranno: «Il cervello sta migliorando!» Non è così. Il cervello rimane il cervello ed elaborerà meglio l’intuito proveniente dalla pineale. Il cervello resta un organo di sopravvivenza fantastico, ma sarà l’intuito a diventare sempre più forte. Ripeto il vostro Internet spirituale si sta velocizzando.

Il terzo cervello
Vi abbiamo già detto che è in atto un mistero che coinvolge il cuore Umano che è la terza parte del cervello. La scienza non ha mai capito perché il cuore abbia un campo magnetico di tale portata. Di fatto, è più grande di quello di qualsiasi altro organo, compreso quello del cervello con tutta la sua attività sinaptica. Il cuore lo supera per molti versi, eppure l’analisi del cuore fisico fornirà informazioni apparentemente molto banali. Il cuore, semplicemente, pompa il sangue a un ritmo specifico secondo i segnali inviati dal cervello. Eppure c’è molto di più.
Quando, per un incidente, avviene una frattura a livello del midollo spinale, il cuore continua a pompare. I segnali cerebrali che si presume ne debbano controllare il ritmo vengono interrotti. I segnali non ci sono più, eppure il cuore continua a battere. E non solo lui, ma anche la digestione continua, la funzione epatica continua, il pancreas e gli altri organi continuano, persino la riproduzione! Tutto quanto, senza il cervello.

C’è un terzo elemento di coscienza ed è centrato all’interno del cuore Umano. Metaforicamente, avete identificato il cuore come simbolo dell’amore e avete ragione. Queste tre parti della coscienza Umana vanno molto al di là del cervello come organo. È la triade della sopravvivenza. Essa è rappresentata anche dall’energia del tre (numerologia), che vedete ovunque nella storia spirituale. Sono i tre cavalli che trainavano il carro dell’ascensione, la Merkabah di Elia. È la triade divina di molte chiese (Padre, Figlio, Spirito Santo). Nel vostro corpo, sono la pineale (intuizione creatrice), il cervello (sopravvivenza) e il cuore (compassione).

I maestri di questo pianeta li avevano tutti e tre ben funzionanti, ma nella vecchia energia voi non l’avevate, eravate in modalità sopravvivenza. Quello che sta succedendo è che vi state evolvendo e l’Innato del corpo si sta rafforzando. Il DNA comincia a essere più efficiente e queste parti stanno finalmente iniziando a connettersi. Ciò che separa un Essere Umano nella modalità di sopravvivenza da un maestro è la compassione intuitiva. La compassione è generata nel cuore e non è una metafora. Fa parte del cuore-cervello.
In questa triade ci sono cose che dovete comprendere. Unite i puntini e cominciate a usare la scienza per scoprire e riconoscere che ci sono cose che non sono visibili in qualsiasi spettro che siete in grado di misurare. Ma solo perché al momento siete ciechi a esse, non significa che non stiano accadendo. Semplicemente non avete ancora scoperto tutto, ma il progresso della fisica multidimensionale aiuterà. Ascoltate, nelle nuove invenzioni della fisica in arrivo dovrete includere anche la biologia! Non separate le due scienze (come lo sono adesso). Avrete un’idea migliore della verità di tutto questo quando riuscirete a mappare l’emozione, il pensiero e il comportamento Umano in modo quantico. Sarà subito evidente.

Il cervello è responsabile dell’agevolazione (coordinazione) di tutte e tre queste parti, ma sappiate che le altre due stanno facendo buona parte del lavoro. L’intuito e la compassione sembreranno sempre provenire direttamente dal cervello, proprio come quell’uomo del passato che pensava che la magia provenisse dalla scatola. Connettetevi con un quadro più ampio, miei cari. La triade della coscienza Umana è l’inizio della realizzazione della maestria.
È qualcosa che dovete digerire nella vostra logica e spiritualità, no? Pensateci e chiedete al vostro intuito: «È vero? È possibile che il cervello Umano sia solo un facilitatore di qualcosa di più grande?» Queste informazioni iniziano a spiegare alcune misurazioni che non siete mai riusciti a spiegare prima con le credenze convenzionali sulla biologia. Iniziano a spiegare come mai, quando un Essere Umano prende certe decisioni, all’improvviso sembra che il cervello controlli meglio il corpo. Come mai la salute del corpo può cambiare repentinamente, guarire se stessa, chiedere un tipo diverso di cibo e avere una saggezza biologica? Che cosa provoca la remissione spontanea? Miei cari, se non foste connessi, non avreste niente di tutto questo. Pensateci: il cervello non vi ha dato niente di tutto ciò. Il cervello ha semplicemente facilitato la connessione tramite quel piccolo cavo: la Fonte Creatrice.
È tempo che conosciate il quadro più ampio della triade, la trilogia della creazione nell’Essere Umano". Kryon
Da Leggere: La cellula invecchia perché non riceve informazione della nostra coscienza!

Nessun commento: