sabato 26 dicembre 2015

L’Amore come Fonte d'Energia, simile all'elettricità!



Il concetto del termine AMORE, così come lo conosciamo e siamo abituati a usare, mette un limite enorme in tutta la sua estensione e distorce il suo vero significato. Pensiamo che sia in relazione soltanto con il sentimento che ci lega alla famiglia, agli animali, agli ideali o a Dio. Ma questo sentimento è solo uno degli infiniti attributi dell’Amore. È poco espressivo rispetto al reale potenziale dell’energia dell’Amore. Noi consideriamo l'amore come base fondamentale della nostra vita, ma siamo concentrati soltanto sull’amore emozionale, il sentimento. Ci colleghiamo più facilmente con l’amore a questo livello, perché siamo esseri emotivi e questo ci fa sentire bene, dal punto di vista dell'ego, ma questo è solo un livello della totalità che l'energia dell'amore rappresenta. L'amore è una forma di energia tanto potente quanto la forza di elettricità o magnetismo.

È scientificamente provato - e credo che siano in pochi quelli che ancora non hanno preso conoscenza - che i pensieri e le emozioni sono energie fisiche che hanno un grande impatto sulle prestazioni delle funzioni biologiche, fisiche e spirituali. Quando pensiamo, immettiamo una frequenza vibrazionale che influenzerà l'universo dentro o fuori di noi, indipendentemente dal tipo di energia che emettiamo, negativa o positiva. Il ricercatore Gregg Braden sostiene che questo illustra una nuova forma di energia che collega tutta la creazione e sembra di essere una rete strettamente compatta che collega tutta la materia, e noi possono influenzare sostanzialmente questa rete di creazione attraverso le nostre vibrazioni.

C'è una profonda connessione tra i nostri pensieri collettivi, i nostri sentimenti e aspettative, e la realtà esterna. Questo è stato anche dimostrato nella ricerca scientifica: si è scoperto che le nostre emozioni e sentimenti influenzano il DNA che, a sua volta, influenza gli atomi e le molecole di quelli intorno a noi. Sperimenti scientifici hanno dimostrato che il nostro DNA cambia con le frequenze prodotte dai nostri sentimenti ed emozioni, cioè, vibrazioni. Individui addestrati per sentire amore profondo sono stati in grado di cambiare la forma del loro DNA. Ciò significa che abbiamo molto più potere di quanto pensiamo.

Nel 1991, un'organizzazione americana denominata Heart Math, interessata a esplorare il potere delle emozioni sul corpo umano e l'impatto che queste hanno sul mondo in cui viviamo, ha fatto il seguente esperimento: hanno isolato il DNA umano in un becher e hanno fatto una serie di test, che coinvolgeva cinque persone allenate per applicare un certo tipo di emozione, noto come Emozione Coerente. La tecnica consiste in silenziare la mente, indirizzando l’attenzione consapevole sul cuore e inviare emozioni positive, vale a dire, l’energia dell'amore.
I risultati furono sorprendenti e innegabili: senza alcun contatto fisico tra i partecipanti e i campioni di DNA, loro furono in grado di influenzare e modificare le molecole di DNA del becher. Pertanto, è stato dimostrato che le emozioni umane sono in grado persino di modificare il DNA della cellula.

Ci hanno insegnato come "uccidere" il nostro amor proprio.
C'è un antico insegnamento, secondo il quale, per guarire il mondo, dobbiamo ESSERE noi stessi; queste sono le condizioni che in realtà portano guarigione. Tutte le tradizioni del mondo, civiltà, culture e religioni hanno cercato di dirigerci ad amare gli altri e non noi stessi, e a “amare gli altri come te stesso”, il che significa poco o nulla. Questo perché nessuno era interessato ad approfondire gli insegnamenti di come amarsi intensamente, prima di amare ogni altra cosa, che potrà essere una persona, un ideale, un dio, un'istituzione... così, ogni rapporto umano è condizionato dal dovere ... perciò, non autentico. Viviamo in una rappresentazione condizionata da un ruolo predefinito, che non lascia spazio per l'amore autentico, l'amore che guarisce il mondo. Chi ama se stesso, è in grado di nutrire la sua anima, ha il potere di capire e non lasciarsi ingannare mai. Ecco perché ci hanno sempre insegnato a non amare noi stessi, facendoci credere che siamo pieni di difetti, deboli e sempre bisognosi di un "comandante" da dirci la strada da seguire. Dietro a questi insegnamenti, vi è una strategia astuta perché l'amore è il nutrimento dell'anima, senza l’amore l'anima è debole. Dirci che non siamo degni, che siamo nati sporchi e pieni di peccato, è l'arma con cui "uccidere" il nostro amor proprio. La nostra ricerca d’amore è il nostro desiderio di gratificazione immediata, la prova materiale che siamo degni e meritevoli di amore. L'energia totale dell'Amore desidera che siamo in uno stato di sapere che esiste l'amore, anche se non abbiamo nessuna prova fisica di questo, nella nostra vita. L'amore che sentiamo è emozionale, l'amore che siamo è spirituale. La necessità di amore dagli altri è davvero una richiesta di approvazione. L'amore incondizionato implica l'accettazione ed è una delle più grandi sfide dell'umanità perché, finché ci sarà un goccio di giudizio, ci troviamo in un’espressione condizionale d'amore. Non autentico.

Va notato che, in momenti estremi di necessità, l'essere umano è in grado di fare cose impensabili, mai sperimentate in situazioni normali, come quella del leopardo che, dopo aver ucciso una scimmia babbuino femmina per difesa, adotta e protegge il cucciolo babbuino, nato nel momento in cui la madre moriva; o quella dell'essere umano che è in grado di sollevare da solo una macchina, usando solo le mani, per salvare la vita di suo bambino. Come si spiega? C'è un'energia che pochi conoscono e che in quelli momenti di emergenza, muove un meccanismo complesso del sistema endocrino, noto come "lotta o fuga", preparando l'individuo a gesto estremo, rilasciando ormoni potenti nella corrente sanguinea in grado di darci i poteri che vediamo solo nei film di fantascienza. Tuttavia, vi è un’energia che può innescare una serie di reazioni chimiche e ormonali che si associa a questa forza spaventosa cui viene chiamata energia dell’amore! Lo sapevate?

L’amore è il Potere! Le lingue esistenti generalmente sono inarticolate e povere per questo concetto. L'amore non si raccoglie in una parola, non è solo un sentimento. Si tratta di una fonte di alimentazione! È energia. Si può chiamarlo, accenderlo e spegnerlo, stoccarlo, spedirlo e dirigerlo per molti usi. È sempre disponibile e non manca mai. È la promessa dell’universo! È il filo conduttore che mette le cose in movimento. È il momento di iniziare a vederlo in questo modo. L'energia dell’amore viene da una fonte unica e singolare. Se volete, potete usare la parola "Sorgente-divina" o "fonte di energia", piuttosto che “amore”, se ciò facilita la comprensione di un nuovo significato di questo potere, poiché, quando parliamo la parola “amore”, automaticamente associamo a un sentimento. Ma questo è simile a energia elettrica con cui siamo abituati. Si noti che l'elemento comune nei loro circuiti è sempre la "terra". Non importa quale sia lo scopo o l'intensità del circuito, ha sempre un ritorno, o semplicemente un’unità in un sistema sfaccettato.

Gli individui illuminati (quelli che utilizzano l'amore come fonte di energia), sono particolarmente bravi a invocare e dirigere l'amore della Sorgente Divina. Di solito, schiariscono i percorsi attraverso quello che sarebbe un velo resistente e buio. La maggior parte di queste persone sono stati i leader religiosi nel corso dei secoli, che hanno utilizzato l'amore come base per la loro vita. Il suo amore onesto per l'universo, e per gli altri intorno a loro, e la tolleranza verso gli altri, è stato la chiave per il loro equilibrio. Gli uomini sacri in India, Cina, Siria, Israele, o in qualsiasi altro luogo, hanno la stessa connessione alla fonte di potere che un evangelista cristiano in un incontro in America Centrale. Questo dimostra la singolarità e l'unità della Sorgente.
Ma quale meccanismo fa innescare questo potenziale in noi, in certi momenti? Non sarebbe il caso di approfondire e cercare di amplificare ulteriormente questo concetto per fare buon uso del potere che la natura ci ha fornito? Non sarebbe un’energia sotto-utilizzata, ma in grado di influenzare la nostra mente a vivere con una frequenza più alta, nell’emozione dell’energia dell’amore, dallo stesso modo in cui usiamo l'elettricità, il magnetismo o altre forze fisiche? Questa è, quindi, l'energia che si sta sviluppando con grande intensità, in questo momento della nostra esistenza e che si può accedere in qualsiasi momento, non solo in quei momenti di emergenza.
Secondo studi condotti dal professor Semir Zeki all'Università UCL, l'amore e l’odio condividono gli stessi circuiti cerebrali. L'unica differenza tra i due è che le parti del cervello legate al pensiero, non sono sconnesse sotto l’effetto dell’emozione dell'odio, mentre il giudizio è gravemente colpito dall’effetto dell’amore. Se l'amore e l'odio condividono lo stesso circuito cerebrale e il ragionamento logico non si spegne sotto l'influenza dell’odio, è qui, quindi, dove sta la possibilità di spostarci consapevoli, verso l'energia dell'amore, perché è qui dove risiede il libero arbitrio. Secondo il neuro anatomista Jill Botle Taylor alla Facoltà di Medicina Indiana, ci sono alcuni programmi emozionali che possono essere attivati ​​automaticamente. La rabbia, per esempio, una volta innescata, i componenti chimici rilasciati dal cervello che provoca una risposta fisiologica richiedono meno di 90 secondi per spostarsi attraverso il flusso sanguigno e poi essere completamente eliminati dal sistema. Siamo dotati di un sistema che, in molte situazioni, abbiamo 90 secondi per scegliere da quale lato rimanere. Se accettare il "programma" o rifiutare. Così, dopo 90 secondi, è una questione di scelta continuare arrabbiato o no. Pertanto, sapendo questo, prima di lasciarsi prendere dalla rabbia e andare in giro rovesciano i tavoli, sarebbe meglio prendere un respiro profondo e contare fino a 90, che è il tempo in cui si è sotto l'effetto di quelle sostanze chimiche nel sangue.


Naturalmente non è sempre così semplice, perché a volte ci troviamo di fronte a delle sfide così intense e complesse, che possono cancellare completamente la nostra visione e bloccare nostro ragionamento. È necessario, quindi, cercare di usare il buon senso e la ragione, dissipare il sentimento di rabbia o di odio e tornare all’energia dell'amore. Ricordate che l'energia dell'amore, oltre ad essere la vibrazione più alta, essa costruisce, trasforma, guarisce e ci fa vedere il mondo attraverso gli occhiali con le lenti rosa. In tempi di oggi, credo che l'amore sia il sentimento e l'energia di cui abbiamo più bisogno.

Fonte: Gregg Braden
          

Nessun commento: